Ti trovi in:

Home » Aree tematiche » Associazioni » Modulistica » Modulo "Domanda per la concessione di contributo per attivita’ ordinaria di gestione di enti, associazioni, comitati "

Modulo "Domanda per la concessione di contributo per attivita’ ordinaria di gestione di enti, associazioni, comitati "

di Martedì, 20 Dicembre 2016 - Ultima modifica: Venerdì, 30 Agosto 2019

Domanda per la concessione di contributo per attivita’ ordinaria di gestione di enti, associazioni, comitati

Presentazione Domande per Attività ordinaria di Gestione

Criteri di Accoglimento

  1. Gli enti pubblici ed i soggetti privati, le associazioni ed i comitati che richiedono la concessione di un intervento finanziario per l’effettuazione della loro attività ordinaria annuale, in relazione ai benefici che dalla stessa derivano alla Comunità locale, devono presentare domanda entro il 30 novembre dell’anno precedente quello cui la stessa attività si riferisce.
  1. Le domande, sottoscritte dal legale rappresentante o responsabile dell'ente o associazione richiedente, dovranno contenere:

a)      l’indicazione dei requisiti posseduti;

b)      la relazione descrittiva del programma di attività annuale oggetto della richiesta di contributo;

c)      la finalità per la quale l’intervento è richiesto;

d)      copia del bilancio di previsione;

e)      rendiconto della gestione dell’esercizio precedente qualora  l’ente o associazione abbia beneficiato, nello stesso esercizio, del concorso finanziario della Comunità;

f)       la dichiarazione che il soggetto richiedente non fa parte dell’articolazione politico-amministrativa di nessun partito, in relazione a quanto  previsto dall’art. 7 della legge 2 maggio 1974, n. 195 e ss.mm. e dall’art. 4 della legge 18 novembre 1981, n. 659 e ss.mm.;

  1. L’Organo esecutivo della Comunità, nel determinare la misura dell’intervento finanziario, deve tenere conto dei seguenti parametri:

a)      il numero dei soggetti direttamente e indirettamente coinvolti nell’attività ordinaria del soggetto richiedente il contributo;

b)      la qualità ed il valore sociale dell’attività del soggetto richiedente, anche in riferimento ad eventuali piani e programmi approvati o predisposti dalla Comunità in settori di attività analoghi;

c)      l’attività programmata dal soggetto richiedente, il grado di raggiungimento degli obiettivi ed i risultati conseguiti in riferimento a tale attività;

d)      la mancanza di finalità di lucro;

e)      la presenza di contributi finanziari da parte di altri soggetti pubblici o privati;

f)       la situazione economica e finanziaria del soggetto richiedente, verificabile attraverso la documentazione predetta ai sensi del precedente comma 2 dell’art.4.

  1. L’erogazione del contributo finanziario avrà luogo con le seguenti modalità:

-    per il 75% entro il primo quadrimestre dell’esercizio al quale si riferisce l’attività ammessa a contributo;

-    per il 25%, a saldo, entro 30 giorni dalla presentazione della seguente documentazione:

a)      relazione dell’attività ammessa a contributo;

b)      rendiconto della gestione dell’esercizio cui si riferisce l’attività annuale ammessa a contributo;

c)      nota del legale rappresentante, in forma di dichiarazione sostitutiva di atto notorio, attestante che i dati riportati nella relazione e nel rendiconto finanziario sono veritieri e relativi all'attività ammessa a contributo;

d)      dichiarazione fiscale circa la assoggettabilità alla ritenuta fiscale del 4% in base a DPR 600/73; la dichiarazione dovrà essere effettuata ai sensi art. 47 del DPR 445/2000.

  1. Il contributo assegnato sarà rideterminato dal Responsabile del Servizio competente in proporzione all'effettiva spesa sostenuta per la attività ordinaria annuale e comunque con il limite massimo del contributo assegnato.
  2. L'amministrazione si riserva di verificare, anche a campione, la veridicità di quanto dichiarato.
Questionario di valutazione
E' stata utile la consultazione della pagina?
E' stato facile trovare la pagina?