Ti trovi in:

Home » Aree tematiche » CPC - Pianif. territoriale e paesaggio » Commissione per la pianificazione territoriale e il paesaggio - CPC

Commissione per la pianificazione territoriale e il paesaggio - CPC

di Mercoledì, 18 Aprile 2012 - Ultima modifica: Martedì, 30 Gennaio 2018
Immagine decorativa

Composizione della Commissione per la pianificazione territoriale e il paesaggio

Presidente Tonidandel Gabriele

Membri della Commissione

  • arch. Mario Giovannelli Commissario - designato dalla Giunta provinciale della Provincia autonoma di Trento con deliberazione n. 1350 di data 10.08.2015
  • arch. Francesca Bertaminini (Esperto in materia di pianificazione territoriale e tutela del paesaggio)
  • ing. Romedio Bonomi (Esperto in materia di pianificazione territoriale e tutela del paesaggio)
  • arch. Alberto Dalpiaz (Esperto in materia di pianificazione territoriale e tutela del paesaggio)
  • arch. Giancarlo Sicher (Esperto in materia di pianificazione territoriale e tutela del paesaggio)
  • l’arch. Elisa Coletti (membro supplente dell’esperto designato dalla Provincia autonoma di Trento arch. Mario Giovanelli)
Competenze

Le competenze della Commissione per la Pianificazione territoriale e il paesaggio della Comunità (CPC) sono state di recente modificate con l'entrata in vigore dall'art. 7 della LEGGE PROVINCIALE 4 agosto 2015, n. 15 "Legge provinciale per il governo del territorio"

 Alle commissioni per la pianificazione territoriale e il paesaggio spetta, in particolare:

a) rilasciare le autorizzazioni paesaggistiche di competenza nei casi previsti dall'articolo 64, commi 2 e 3, per i piani attuativi che interessano zone comprese in aree di tutela ambientale e per gli interventi riguardanti immobili soggetti alla tutela del paesaggio;

b) quando non è richiesta l'autorizzazione paesaggistica, esprimere parere obbligatorio sulla qualità architettonica:
1) dei piani attuativi, con esclusione dei piani guida previsti dall'articolo 50, comma 7;
2) degli interventi di ristrutturazione edilizia consistenti nella demolizione e ricostruzione e sulle varianti di progetto relative a tali interventi, fatta eccezione per quelle in corso d'opera, ai sensi dell'articolo 92, comma 3;
3) dei progetti di opere pubbliche consistenti in interventi di nuova costruzione e ristrutturazione edilizia di edifici destinati a servizi e attrezzature pubbliche e, negli insediamenti storici, in interventi di generale sistemazione degli spazi pubblici;
4) degli interventi autorizzati con la disciplina della deroga urbanistica e degli interventi di demolizione e ricostruzione disciplinati dall'articolo 106. della L.P. 15/2015.

Presidente